Responsabile: Tiziano Gentili
Tel : +(39) 392 947 90 60
+(39) 06 871 94 941

Pressurizzazione

 

 

 

BASTER MLACK

Certificato I.G. N. 148370 del 25/05/01

Filtro con aerazione naturale                                     Filtro aerato dal tetto

pressurizz_dis1

Proximity sensori di rilevam. stato porte                    Rilev. ottico di fumo

pressurizz_dis2                 pressurizz_dis3

Elettromagneti con piastra di riscontro          Coppelle Isol cr REI 120 per can. aeraz.

pressurizz_dis4    pressurizz_dis5

FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA:

  •  Il sistema è stato progettato in modo da garantire la pressurizzazione del filtro in caso di incendio previo comando ricevuto tramite i rilevatori ottici di fumo, la mancata chiusura delle porte, l’azionamento di eventuali comandi di emergenza o qualora si verifichi la mancanza di connessione tra la centrale Blaster e l’unità Mlack.
  • Nella condizione di allarme, la centrale azionerà il sistema di pressurizzazione garantendo un funzionamento del sistema costante e sicuro per oltre due ore, con una pressione, considerando le perdite di carico dovute ai trafilaggi dei serramenti, superiore a 0,30 mbar.
  • Nella condizione di anomalia dovuta a segnalazione dai sensori montati sulle porte, (la porta non chiusa correttamente, o rimasta aperta per un tempo superiore a quello impostato, comunque tarabile), la centrale dopo una prima fase di preallarme segnalata acusticamente da un buzzer e otticamente da un led posto sul pannello di comando, passerà alla fase di allarme vera e propria. Il tempo di preallarme preventivamente tarato dalla casa costruttrice è di circa 40″, comunque tarabile da 0″ a 5 min. Se le porte si chiudono in tempo utile, il preallarme o l’allarme cessano e l’impianto automaticamente si rassetta tornando nella condizione di stand by, diversamente la centrale azionerà il sistema di pressurizzazione per oltre 2 ore.

COMPONENTISTICA IMPIANTO:

  • Questo sistema è in grado di garantire la pressurizzazione di un qualsiasi filtro a prova di fumo in caso di incendio a condizione che sia costituito da muratura con resistenza al fuoco predeterminata e serramenti antincendio con resistenza al fuoco predeterminata completi di guarnizioni fumi caldi e fumi freddi e installati secondo la regola dell’arte. (Manuale di posa del produttore). Il sistema è stato testato su filtri antifumo con montati serramenti di produzione Dierre-Ninz.
  • RILEVATORI DI FUMO: posti esternamente al filtro e superiormente alle porte antincendio.
  • SENSORI: di stato posti tra battente e telaio delle porte di accesso al locale, in modo da rendere immediatamente verificabile lo stato delle porte (aperto o chiuso).
  • MASTER: Unità di controllo e gestione dotata di n° 2 linee di ingresso, una istantanea ed una ritardata (tarabile e disinseribile), e di più uscite di preallarme, allarme, segnalazione e contatti di scambio per collegamenti vari.
  • MLACK: Unità di pressurizzazione autoalimentata, posizionata all’interno del filtro, prevista per entrare in funzione e garantire la pressurizzazione del locale per oltre 2 ore anche nel caso in cui venga a mancare l’energia elettrica di alimentazione fornita dalla rete.
  • MANUFATTI: a conformazione rotonda REI 120 da posizionarsi tra Unità Mlack e zona cielo libero.

NOTA TECNICA:

  • La normativa antincendio, in particolar modo il punto di riferimento costituito dal D.M. 30/11/83, prevede per i filtri a prova di fumo delle caratteristiche ben precise in modo da consentire in caso di incendio, lo sfollamento sicuro delle persone anche dalle scale interne qualora, specie nei lavori di adeguamento alle costruzioni esistenti, non siano state previste e sia impossibile o non conveniente la costruzione di scale antincendio esterne.
  • Detti filtri devono sempre essere realizzati qualora si debbano mettere in comunicazione due comparti antincendio, vani scala, gli ascensori, le rampe ed ogni qual volta il professionista ritenga indispensabile la propria realizzazione ai fini della sicurezza dell’edificio e per la salvaguardia delle persone.
  • Relativamente all’aerazione, qualora non sia possibile effettuarla direttamente dall’esterno con idonee dimensioni (= 1m2) la ns. azienda ha affrontato il problema risolvendolo con 2 alternative, conformi al D.M. 30/11/83.
  • 1) Coppella CR: manufatto a conformazione rotonda rivestita in lamiera zincata diam. 360mm (m2 0,1) da installarsi in posizione verticale dal locale filtro a un metro sopra il tetto.
  • 2) Baster Mlack: sistema di pressurizzazione filtro a prova di fumo, costituito da unità di comando Baster e di pressurizzazione Mlack in grado di garantire una pressurizzazione all’interno del filtro superiore a 0,30 mbar mediante aria aspirata dal luogo sicuro tramite canalizzazione certificata REI 120′ diam. 160 mm.

DECRETO MINISTERIALE 30 NOVEMBRE 1983:

FILTRO A PROVA DI FUMO – Vano delimitato da strutture con resistenza al fuoco REI predeterminata, e comunque non inferiore a 60′, dotato di due o più porte munite di congegni di autochiusura con resistenza al fuoco REI predeterminata, e comunque non inferiore a 60′, con camino di ventilazione di sezione adeguata e comunque non inferiore a 0,10 M2 sfociante al di sopra della copertura dell’edificio, oppure vano con le stesse caratteristiche di resistenza al fuoco o mantenuto in sovrapressione a 0,30 mbar anche in condizioni di emergenza, oppure aerato direttamente verso l’esterno con aperture libere di superficie non inferiore ad 1 m2 con esclusione di condotti.

SISTEMA PER PRESSURIZZAZIONE FILTRI REI P>0,30 MBAR

Conforme al D.M. 30 Novembre 1983

pressurizz1

UNITA’ di PRESSURIZZAZIONE MLACK costituita da:

  • VENTOLA opportunamente dimensionata in modo da garantire, in un tempo di circa 9″ la pressurizzazione del filtro antincendio superiore ai 0,30 mbar (prove effettuate su locale di 207 m3), completo di n° 4 porte di cui n° 2 aprentesi verso l’interno e n° 2 verso l’esterno, installate secondo la regola dell’arte (le prove sono state effettuate alternando porte standard di produz. Dierre, Ninz).
  • N° 1 Batteria in tampone 12Vcc autoalimentata opportunamente dimensionata in modo da garantire il funzionamento della ventola con le portate previste per un tempo superiore a due ore anche in condizione di mancanza di erogazione energia da linea di alimentazione.
  • Scheda su circuito stampato dotata di relé, fusibili di protezione, diodi di protezione, circuito di segnalazione batteria bassa con proprio led montato sul pannello anteriore, morsettiera di connessione, predisposizione uscita per pulsante di sganzio o tamper, luce di emergenza, targhe “allarme in corso”, combinatore telefonico, segnalazione remota, ecc.

pressurizz2

UNITA’ BASTER :

  • Centrale rilevazione, comando, controllo a n°02 linea istantanea e ritardata, tamper antimanomissione.
  • LINEA ISTANTANEA prevista per il collegamento dei sensori di fumo, in caso di allarme la centrale è programmata per mettere in funzione l’unità di servizio MLACK per un periodo impostato superiore alle due ore.
  • LINEA RITARDATA (da disinserirsi qualora le porte siano in posizione di sempre aperto tramite elettromagnete) prevista per il collegamento dei proximity montati sulle porte, la centrale dopo una prima fase di preallarme segnalata acusticamente da un buzzer e otticamente da un led posto sul pannello di comando, passerà alla fase di allarme vera e propria. Il tempo di preallarme preventivamente tarato dalla casa costruttrice è di ca. 40″, comunque ritardabile in cantiere a seconda delle esigenze da o” a 5 minuti. Se le porte si chiudono in tempo utile il preallarme o l’allarme cessano e l’impianto torna nella condizione di stand by. Questo sistema è previsto per evitare che le porte non provviste di dispositivi di autochiusura, vengano tenute aperte per una durata superiore al previsto mediante dispositivi meccanici (cunei, zeppe, sedie ecc.) o materiali impropriamente posati ad impedimento della chiusura della porta.
  • BATTERIA 12VOLT autoalimentata tramite switching.
  • N° 01 SWITCHING completo di 2 uscite per ricarica batteria in tampone dell’Unità Baster e dell’Unità Mlack.
  • SELETTORE CHIAVE ON/OFF per resettare i comandi e per permettere la gestione esclusivamente al personale abilitato.

Filtro a prova di fumo REI pressurizzato P>0,30 mbar

pressurizz3

mediante sistema BASTER MLACK (cert.I.G.148370 del 25/05/01)

BLOCCO 1=m3 52 dopo 3″ P=0,60 mbar

BLOCCO 2=m3 104 dopo 5″ P=0,60 mbar

BLOCCO 3=m3 207 dopo 9″ P=0,60 mbar

BLOCCO 3=m3 207 dopo 120″ P=0,49 mbar